sabato 8 maggio 2021

the investigation


 The investigation è tratto da una storia vera terribile e crudele come tutte le storie vere.

Nelle opere di fantasia l'autore cerca di trasmettere al lettore un senso, uno qualsiasi,  un senso estetico, a volte etico, nel tentativo di regalare a chi legge una sensazione, il classico messaggio nella bottiglia.

La realtà invece è spietata perché chi la genera poco si preoccupa del senso.

The investigation narra la vicenda del giallo del sommergibile avvenuta nel 2017 in Danimarca, quando un criminale assassino uccise una giovane giornalista freelance a bordo del suo sommergibile.

La fiction è concentrata sull'indagine e omette con determinazione sensazionalismi.

Non vi aspettate colpi di scena eclatanti o ritmi rocamboleschi, The investigation descrive una vera indagine, con i tempi morti, le difficoltà, la necessità di trovare le prove oltre ogni ragionevole dubbio.

Nobile l'idea di ignorare la figura dell'assassino, un essere così crudele non meritava nessuna menzione.

La conclusione delle indagini è liberatoria per lo spettatore regalandogli il sollievo dopo avere sofferto, insieme ai protagonisti, la frustrazione di una lunga indagine intorno a un crimine tanti insensato quanto efferato che tolse la vita a una giovane donna piena di vita e di progetti, come spesso accade nelle cronache italiane.

Su Sky

venerdì 7 maggio 2021

tik tok


 Chi mi legge da anni si chiederà, perplesso, perché Fagnoni ha cominciato a postare su TikTok come se piovesse?

I motivi sono diversi:

Ho notato che pubblicando video su Tik Tok e condividendo il mio blog molti dopo avere guardato il video passano da queste parti a curiosare, e io non sono abile come Fedez a crearmi adepti, sono solo un anziano scrittore della bassa emiliana, senza sponsor, quindi perché non sfruttare le potenzialità dell'applicazione?

L'altro motivo è che Tik Tok è divertente, mi piace creare video sfruttando la mia memoria storica che attinge a tanto cinema, molta musica, molta televisione, alla fine un modo per condividere con il mondo ciò che ho sempre amato attraverso pillole.

Infine la potenza dell'impatto, in un minuto puoi raccontare una storia, puoi comporre un video, e in meno di 60 secondi fermare un ricordo per sempre e riuscire a entrare in comunicazione con i tanti che come me si divertono a perdere tempo su Tik Tok.

Mi sto adeguando ai ritmi del mondo perché loro non si adegueranno mai ai miei,  nonostante tutto, ricordando l'ultima battuta di La meglio gioventù, tutto è veramente bello, nonostante noi, aggiungo io.

lunedì 3 maggio 2021

la meglio gioventù



E dopo un primo maggio durante il quale in Italia l'avvenimento più rilevante dal punto di vista politico sembra l'intervento di Fedez, per rifarmi la bocca, o per cercare di non dimenticare la mia maledetta storia ho ripreso la visione del film del 2003 La meglio gioventù regia di Marco Tullio Giordana, un film datato ma a me caro, all'interno la vita di due fratelli dagli anni sessanta in poi che attraversano la storia del paese come protagonisti qualsiasi di un processo di evoluzione storica agendo attivamente sulla realtà, una realtà dura e complicata, fra lotta di classe, deistituzionalizzazione dei  manicomi e terrorismo.
Italiani come lo sono stato io, magari sbagliando ma sempre interrogandosi sul senso del proprio vivere.
Il primo maggio 2021 invece è un'accozzaglia di post più o meno indecenti dove vince chi ha più like, più followers e davanti alla potenza di fuoco di un qualsiasi Fedez perdono tutti, la Rai, i partiti, il paese.

Che tristezza questo nostro tempo.

 

sabato 1 maggio 2021

intervista radiofonica Nelle viscere di bologna




L'intervista dura 23 minuti, ho cercato di farcirla con immagini ma lo so è lunghetta, se non avete niente di meglio da fare al suo interno si parla del mio scrivere.