Autore e Bibliografia










Massimo Fagnoni,
bolognese,
poliziotto metropolitano e scrittore.




Ho lavorato per quasi vent'anni nei servizi sociali e in psichiatria, dal 2002 lavoro come agente della Polizia Locale bolognese
Scrivo narrativa genere noir, dal 2005


Ho creato  questo blog
con il solo intento di dare un senso alla mia produzione letteraria
nella speranza che qualcuno legga i miei libri.

Detto ciò al momento sono usciti in libreria,
i seguenti romanzi:

BOLOGNA ALL'INFERNO edito da Giraldi editore di Bologna   

LA RAGAZZA DEL FIUME edito da 0111 edizioni (esaurito)


BELVA DI CITTA' edito da Eclissi

CIELO D'AGOSTO edito da Eclissi

LUPI NERI SU BOLOGNA  edito da Minerva Edizioni

SOLITARIO BOLOGNESE edito da Giraldi editore

IL SILENZIO DELLA BASSA edito da Frilli editori

VUOTI A PERDERE edito da Eclissi

 BOLOGNA NON C'E' PIU' edito da Frilli Editori

Bolognesi per caso edito da Giraldi

Il giallo di Caserme Rosse edito da Frilli Editori

Il ghiaccio e la memoria edito ma Minerva Edizioni

Il Bibliotecario di via Gorki edito da Fratelli Frilli Editori

La consistenza del sangue edito da Giraldi editore

Ombre cinesi su Bologna edito da Fratelli Frilli editori

Burnout edito da Minerva Edizioni



il 29 maggio 2011 ho vinto il mio primo premio letterario
Lomellina in giallo.
Clicca di seguito per saperne di più e leggi Belva di città

premio lomellina

In settembre 2016 ho vinto il primo premio a Langhirano per
I SAPORI DEL GIALLO.
poliziotti che scrivono
con il romanzo Bologna non c'è più




6 commenti:

Anonimo ha detto...

ho iniziato a leggere "Il Giallo di Caserme Rosse" e già all'inizio collochi il Cinema Imperiale in via D'Azeglio .... Poco più avanti, Andrea percorre via Lame e svolta in via Galliera dove trova i due della Gestapo. ????
Siccome il cinema Imperiale era notoriamente in via Indipendenza e via Lame non incontra mai via Galliera, pensavo tu fossi un "forestiero", salvo trovare che sei nativo di Bologna e impegato nella Polizia Municipale di Bologna ..... Andiamo bene !!!!!!!!!!!!
Gianni

Massimo Fagnoni ha detto...

Ciao Gianni (anonimo) io mi chiamo massimo fagnoni e la tua critica di carattere toponomastico, o geografico mi farebbe tenerezza ma mi sono rotto i coglioni di essere diplomatico con chicchessia perché vedi tu sei il classico lettore che passa a volo radente sui particolari ma rimani comunque un superficiale, il mio romanzo può farti schifo per una marea di ragioni, ma non puoi criticarlo commettendo tu stesso delle inesattezze.

punto uno
il romanzo inzia in via d'azeglio dove viveva Dalla ricordi? e Gianna dalla finestra del suo appartamento ricorda l'uscita dal cinema Imperiale che io non clloco da nessuna parte, bisogna leggere con attenzione prima di lanciare merda.
punto 2.
Io via Galliera la conosco bene perché ci facevo ronda appiedata spesso e volentieri quando ero di pattuglia in centro, ma non ho descritto tutto l'itinerario di Andrea che magari da via Lame si è spinto fino via Riva di Reno per poi imboccare via Galliera, perché il mio scopo non era scrivere una guida delle vie e strade di Bologna.
punto 3
Il vero autentico errore non l'hai segnalato, e cioè il fatto che nel 1943 via Marconi si chiamava Via Roma e cambiò nome solo nel 1965 e se io ho utilizzato via Marconi è stato per non dovere poi spiegare a tanti mutazioni della toponomastica, proprio perché non è quello il mio intento.

I puristi della domenica, come te, mi fanno davvero incazzare, saluti

Unknown ha detto...

Ma chi è e come si permette questo personaggio?
Il libro è bellissimo e ben scritto (per la mia umile opinione), come tutti gli altri. E anche con attenzione e amore a questa nostra città...
Con stima e gratitudine.
Anna Lisa Dalbagno

Massimo Fagnoni ha detto...

Grazie Anna Lisa, in realtà Gianni non entra nel merito del romanzo ma come avrà notato la sua critica è relativa alla mia conoscenza della città, del resto ben venga che qualcuno ogni tanto si accorga che esisto :-)

Susi ha detto...

Gentilissimo,
Sto leggendo "il giallo di caserme rosse" comprato parecchio tempo fa senza decidermi ad iniziarlo. Una vera sorpresa! A parte il fatto che abito a Corticella, la descrizione di certi luoghi, il solo nominarli mi fa quasi sentire personaggio del racconto. Lei è veramente molto apprezzabile con il suo modo di scrivere immediato e "conosciuto".
Oggi ho trovato in libreria "Bologna non c'è più " e presto riuscirò ad averli tutti i suoi scritti.
Complimenti davvero e a proposito, mi ero accorta dell'errore di via Marconi / via Roma semplicemente perché mia madre quando ero piccola continuava a chiamarla via Roma anche se da molto tempo ,in omaggio al genio il nome era stato cambiato.
Grazie.
Susanna Crescenzi

www.massimofagnoni.com ha detto...

Ciao Susanna
Uno alla volta spero di conquistarvi tutti a Corticella,che dire a volte facciamo scoperte aprendo un libro acquistato per caso e dimenticato sul comodino per mesi o per anni, lei vedo che riesce a districarsi anche nel mio vetusto blog quindi riuscirà a farsi un'idea della mia produzione.
Ho scritto 14 romanzi e due libri di racconti se le piace il mio modo di raccontare avrà modo di conoscere tutti i personaggi di questi 9 anni di pubblicazioni. grazie del suo contributo.
Alla prossima
sarò a corticella al parco dei giardini il 22 luglio alle 21 se passa mi trova lì