venerdì 29 agosto 2014

Polizia Locale ... nuovi mestieri pericolosi



L'immagine sopra è quella tristemente nota del luogo, a Milano,  dove nel gennaio 2012 fu barbaramente ucciso il collega Niccolò Savarino trascinato per 300 metri da un suv rubato e guidato da Remi Nikolic un pregiudicato rom che all'epoca dei fatti non aveva ancora 18 anni ed è questo il motivo principale per il quale la condanna per omicidio volontario è stata ridotta da 15 a 9 anni di reclusione. Ciò significa che con altri sconti e facezie simili il criminale potrà uscire di galera in piena evoluzione creativa  rafforzato dall'idea di potere uccidere un agente in maniera tanto efferata e cavarsela davvero con poco.

Questo è l'episodio più eclatante e devo mordermi la lingua per non vomitare la rabbia per tanta ingiustizia, indifferenza, solitudine politica e istituzionale nella quale ad oggi, agosto 2014, la nostra divisa continua a permanere.

Nessun governo di destra o di sinistra ha fatto un passo in avanti nella direzione di una reale legge di riforma della polizia locale ferma al 1986, e noi siamo ancora, nell'immaginario collettivo, un esercito di alberto Sordi e Lino Banfi, o  buoni per due risate in un Posto al sole, o considerati esattori nati  solo per vessare il cittadino con sanzioni e gabelle.

Ma veniamo alla cronaca:

TORINO:
Ferragosto 2014, quattro pattuglie di agenti della polizia locale intervengono in un quartiere con forte presenza di nord africani e non riescono a portare a termine il fermo di un cittadino extracomunitario perché circondati da decine di suoi connazionali e devono ritirarsi dopo essere stati aggrediti fra sputi e ingiurie al grido di Allahu Akbar di seguito il link dove potrete vedere il video

Lido di fermo:
Collega aggredito da venditori abusivi, in questo caso la novità è che questi individui, al termine di una giornata durante la quale era stata effettuata un'operazione di contrasto alla vendita di marchi contraffatti con numerosi sequestri, hanno deciso di circondare l'auto di un agente, Alberto Rogante, che aveva come unica colpa quella di indossare la nostra divisa e armati di pietre prima lo hanno minacciato chiedendo la restituzione della merce sequestrata la mattina e poi hanno cominciato a danneggiare con calci  la stessa vettura arrivando ad aggredire l'agente.
Solo l'intervento di 4 volanti della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza ha permesso di portare in salvo l'agente ferito e la violenza allora è stata indirizzata ai poliziotti e alle auto in sosta.

Sono solo due episodi di un evidente innalzamento del livello di scontro, ed è oggettivo il problema che il nostro paese, messo in ginocchio da una crisi senza precedenti, continua a dare accoglienza a persone che non solo non hanno da lavorare, ma che sicuramente sono sempre più numerose e incattivite dalla precarietà della loro condizione.


Ma ai sociologi analisi e chiacchiere.
A noi agenti le mazzate. Senza riforma, senza tutele, sempre più anziani, usciamo dal comune nel quale operiamo e non siamo più nulla, divise diverse regione per regione, alcuni armati, altri con lo spray al peperoncino altri con il distanziatore, molti disarmati di fronte a un esercito di disperati, con un contratto fermo al 2009 e una rabbia dilagante.



Quando ti azzardi a chiedere novità legislative ti rispondono sarcastici che non è il momento, c'è la crisi internazionale, le fabbriche chiudono e abbiamo il più alto livello di disoccupazione giovanile, e non ricordo un periodo negli ultimi 15 anni dove non ci fossero altre priorità rispetto alla nostra esigenza di cambiamento.

Questo lo stato dell'arte, e a volte mi chiedo davvero dove riusciamo a trovare la forza per continuare a crederci, è proprio vero, il nostro  deve essere un mestiere vocazionale, ma confesso che la fede  la sto davvero perdendo. 

1 commento:

fabrizio caiazza ha detto...

LA GRANDE RIFORMA PER LE POLIZIE LOCALI IN ITALIA - LA PROPOSTA SHOCK: SOPPRIMIAMOLE! http://www.piemmenews.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2558:riforma-qsciogliere-la-polizia-localeq-proposta-shock-del-movimento-qmobilitazione-polizia-localeq&catid=2:notizie-stampa&Itemid=38 oppure mobilitazionepolizialocale.blogspot.it