domenica 19 agosto 2012

Monti e le intercettazioni



Mi sfugge qualcosa, ma questo non doveva essere un governo tecnico? Questa mattina mi sono alzato presto per cercare un benzinaio che mi permettesse di pagare la benzina un euro e 69 centesimi, 
Da ottobre i nostri buoni pasto passano da 10 euro e sblisga a 7 euro.
Non ci stanno pagando gli straordinari e ogni giorno qualcuno paventa la possibilità del taglio alle tredicesime.
In questa situazione apocalittica Monti si permette, in un 'intervista a Tempi, di dichiarare che il governo interverrà per fermare gli abusi in tema di intercettazioni.
Ma di che abusi stanno parlando?
Monti pensa che a me e al resto del paese, quello che arranca giorno dopo giorno, interessi l'argomento?
Cosa sono le intercettazioni? Se non è roba per fare funzionare le nostre macchinette o per riempire il frigorifero a noi italiani non interessano.





L'altra dichiarazione che i giornali riportano è quella della Formero che dichiara:
salvato il paese, ora le imprese investano
Ma sta scherzando?
In zona Croce Coperta ( Bologna) le uniche imprese sopravvissute sono i magazzini dei cinesi.
Forse bisogna indicare alle imprese chi investire non cosa investire.
Salvato il paese?
Io non mi sento salvato, mi sento affossato, e voi?

3 commenti:

Nadia ha detto...

Le intercettazioni e i relativi abusi agli italiani che non contano nulla non interessano, ma a quelli che contano....... ed io come il 99% della popolazione italiana, non conto nulla!
Io non vivo sperduta nel bosco, ma in città e la ripresa proprio non la vedo. I centri commerciali sono pieni più che di acquirenti di persone in cerca del fresco.... qualcuno lo sa che non tutti hanno l'aria condizionata in casa?

massimo fagnoni ha detto...

io non ce l'ho il climatizzatore in casa, perché sono ecologista e mi fa venire male alla testa, e queste sono le due scuse migliori che produco quando me lo chiedono :-)

Nadia ha detto...

Io non ce l'ho perchè..... ho già una bolletta per la luce spopositata.... figuriamoci!