sabato 9 agosto 2014

leftovers? Bocciato




L'unica scena divertente della quinta puntata di questo scherzo televisivo è la lapidazione di una delle donne vestite di bianco del gruppo di fanatici che si autodefinisce sopravvissuti colpevoli o giù di lì.
Questi simpatici buontemponi che potete vedere nell'immagine sopra vestono di bianco, fumano una sigaretta dietro l'altra( molto poco educativo oltretutto), non parlano e quando devono comunicare scrivono su bloc notes le loro minchiate.
La povera vittima di un gruppo di misteriosi assassini pensa bene di ricominciare a parlare per chiedere pietà.
Arrivato alla quinta puntata di questa schifezza americana inconprensibile, dico la quinta non la seconda, ho deciso che non è necessario vedere tutto in televisione e che non tutto ciò che arriva da oltre oceano deve per forza essere di buona qualità.
Qui come in Lost, che smisi di seguire per motivi analoghi, non si capisce niente, non si capisce dove sono andati a finire i poveretti che sono spariti nel nulla, non si capisce il misterioso guru di colore chi sia, si capisce ancora meno questa setta di antipaticissimi vestiti di bianco che fanno di tutto per farsi odiare dalla popolazione.
Nell'anteprima gli sceneggiatori avevano detto che più della trama avevano voluto sottolineare i personaggi, ma ve lo dice uno che per passione inventa storie, trama e personaggi vanno insieme.
Se i personaggi sono ben caratterizzati ma la trama è insensata, ti troverai con dei bei burattini che frullano in giro senza arrivare da nessuna parte, ed è ciò che accade qui con la differenza che anche i personaggi sono mediocri e inconsistenti.
L'unico personaggio che mi piace è il polizioto rude e sensibile, con la moglie che l'ha mollato insieme ai figli per seguire il suo delirio.
Basta ho parlato troppo di questa cosa.
Bocciato.
Se invece a voi è piaciuto, venite a dirmi perché.
Sono curioso.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

SONO ARRIVATO ALL'OTTAVA PUNTATA E DEVO DIRE CHE NON LO SEGUIRò PIù. NON HA CAPO NE COSA, è INSULSO, NON FA CAPIRE COSA SIA SUCCESSO A CHI è SCOMPARSO, DELINEA SOLO PERSONE IMPAZZITE, DELIRANTI E COMPLETAMENTE AVULSE. MI DISPIACE SOLO PERCHè L'IDEA ERA CARINA.

Massimo Fagnoni ha detto...

bene in modo sintetico direi che hai espresso un giudizio molto affine al mio, siamo sicuramente in due quindi a non gradire,