martedì 22 luglio 2014

the leftovers



E' arrivata in Italia preceduta da alcune  puntate in lingua originale  The leftovers che sembra abbia fra i suoi autori, integrate se sbaglio, alcuni di Lost comunque sia una cosa accomuna le due fiction, per uno come me che per passione inventa storie.
Anche in questa vicenda tratta da un romanzo la sensazione è la solita, intensa la partenza, forti emozioni ma per andare dove? Dove mi condurrà la vicenda, dove sono spariti alcuni milioni di individui?
Inventare storie ai confini della realtà non è facile, uno dei pochi che ci riesce da sempre è il grande King, anche se non sempre mi ha incantato, perché superare certi confini è difficile senza cadere nel grottesco.
Vedremo cosa accadrà in questa nuova realizzazione televisiva, Lost non sono riuscito a seguirlo tutto perché a un certo punto mi chiedevo cosa avrebbero inventato gli sceneggiatori per costruire una nuova puntata e quando cominci a pensare in questo modo già sei fuori dal gioco.
Vedremo se in questo caso riuscirò a seguire le vicende di questa cittadina americana e dei diversi personaggi che ci vivono.
Alla prossima

1 commento:

Nicola Arcangeli ha detto...

L'ho visto proprio ieri... rischia di fare la stessa fine di Flashforward, altra bellissima storia da "Ai confini della realtà". Personalmente credo che alcune cose dovrebbero stare cristallizzate in un racconto breve, senza un finale, senza un perché, ma i meccanismi della serialità (tanto cinematografica quanto televisivo) lo impongono, poi l'incantesimo sparisce lasciando spazio alla delusione, al disorientamento o peggio ancora al disinteresse...
Serie ambiziosa, ma a rischio patatrac per me.