martedì 12 febbraio 2013

Lo specchio delle sue brame



Oggi mentre attendevo un' infiltrazione al Rizzoli, durante le cinque ore inutili di attesa, ho letto il primo romanzo di due scrittori bolognesi Nicola Arcangeli e Emanuela Tumiatti.

Lo specchio delle sue brame edito dalla Casa Editrice Giraldi editore.
L'ho letto perché dovrò presentare gli autori in marzo 2013 alla libreria Coop Lame, me l'hanno chiesto in amicizia e ho accettato.
E' la prima volta che faccio il relatore, e lo farò con il mio stile, come al solito, cercando di fare a modo, ma senza prendermi troppo sul serio, in fin dei conti si legge e si scrive e ci si espone per passione, soprattutto, e con un certo divertimento ho divorato questo libro scritto da una coppia di bolognesi,  che hanno osato ciò che io non credo potrei mai fare, scrivere in tandem con qualcun'altro.
Mai dire mai comunque.

Veniamo al romanzo. Mi è piaciuto.
E' lontano dal mio modo di scrivere, ma non del tutto, è un romanzo particolare, un noir, ma non solo.
Ci sono diverse anime in questo lavoro,  un'attenzione al linguaggio, una ricerca formale, che se in alcuni momenti appare come un'esigenza eccessiva di precisione, non contrasta però con gli improvvisi cambi di velocità.

La trama non è raccontabile, troppo rischioso svelare particolari utili alla soluzione della storia che invece sorprende, offre diversi colpi di scena, si sviluppa bene, in modo discretamente armonioso, e tiene il lettore incollato alla pagina successiva per scoprire cosa accadrà.

Diverse anime, diversi momenti, un buon uso della digressione, e una interessante descrizione dell'azione, quasi cinematografica. Ci sono alcune perle, e alcuni passaggi scritti veramente bene.

I due autori amano King e Palahniuk, li conosco e mi piacciono entrambi, ma in alcuni passaggi c'è anche Ammaniti, non so se ne sono consapevoli, o forse è solo una mia idea.

Se volete conoscerli meglio vi consiglio il romanzo, in libreria o in rete, presto vi dirò la data della presentazione, adesso devo improvvisare una scaletta, la sera della presentazione sarò in minoranza devo prepararmi bene.
Intanto complimenti a Nicola ed Emanuela, spero due futuri amici scrittori.

14 commenti:

Nadia ha detto...

In attesa di altro, provvederò all'acquisto. Spero che sia anche ambientato a Bologna.....

Massimo Fagnoni ha detto...

in realtà BOlogna è sfumata, poco sottolineata, non importante, brava mi ha suggerito una domanda per la presentazione.

Nadia ha detto...

Dire che se riesco a leggerlo potrei anche venire....

Nicola Arcangeli ha detto...

Ve lo spiegheremo molto volentieri ;-)

Nadia ha detto...

MI è appena arrivato da IBS. Stasera lo inizio.

Massimo Fagnoni ha detto...

bene poi mi dirai cosa ne pensi

Nicola Arcangeli ha detto...

Brava Nadia, anche noi siamo curiosi...

Nicola Arcangeli ha detto...

Intanto ti ringraziamo per la fiducia, che speriamo di ripagare!

Nadia ha detto...

Non l'ho potuto iniziare quando volevo.
L'ho iniziato solo ieri sera e ammetto che mi ha preso.
Per ora sto inziando a conoscere tutti i vari personaggi.
Inutile dire che al momento Amanda e Rick sono i 2 più intriganti.

Nadia ha detto...

Ultima pagina da incubo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mi è piaciuto parecchio, anche se sono più per i thriller classici, quelli con Poirot e Miss Marple, o quelli con il Maresciallo Greco, ma devo ammettere che mi ha preso parecchio e che alla fine tutto ha la sua giusta collocazione.
Molto crudo e duro e la violenza sul piccolo Stephen era abbastanza prevedibile.
Comunque complimenti per la trama "incasinatissima" ma molto coinvolgente.

Massimo Fagnoni ha detto...

bene, sono contento ho contribuito a fare conoscere due nuovi autori spero saranno contenti anche loro del mio piccolo lavoro di agente e tutto gratis, solo per la gloria.

Massimo Fagnoni ha detto...

a giorni la locandina con l'evento della prossima presentazione dello specchio delle sue brame

Nicola Arcangeli ha detto...

Grazie Nadia, grazie mille, è sempre bello sapere di aver realizzato qualcosa che ha colto nel segno, ti aspettiamo il 13 marzo se vorrai!

Nicola Arcangeli ha detto...

E ovviamente grazie anche al nostro futuro relatore per la sua opera di divulgazione!