giovedì 29 novembre 2012

Monti e il servizio sanitario nazionale



Qui l'articolo di Repubblica sull'argomento.
Crozza ha ragione a preoccuparsi dell'annuncio di Monti.
Vi ricordate dello scandalo Poggiolini?
Stiamo parlando del 1993 e di uno scandalo che scoperchiò una pentola dove la sanità italiana risultava un pozzo senza fondo per speculatori e malfattori.
Adesso come funziona la sanità in Italia?
Tutto a posto? Nessuna ombra? Nessuna sfumatura di grigio che adesso va molto di moda?
Possibile che il nostro Presidente del Consiglio come ricetta per affrontare la sicuramente tragica situazione finanziaria della nostra sanità riesca solo a dire che è necessario trovare nuove fonti di finanziamento?
Come sospetta Crozza, non saremo ancora una volta noi quella inesauribile fonte?
Un'ultima considerazione, politicamente non corretta, ma pazienza:
Spesso per lavoro o per diletto sono costretto a frequentare ospedali, dove passa il mondo, tutto quanto.
Cittadini italiani, noi che paghiamo le tasse, cittadini stranieri regolari che pagano le tasse, poi tutti gli altri che non sono regolari e che quindi non pagano le tasse, quelle che ci stanno dissanguando.
Chi paga per loro?
Ho letto dei bellissimi manifesti pieni di buon senso e solidarietà, dove negli ospedali bolognesi non si chiede a un cittadino se è regolare, non si chiede se ha o meno diritto all'assistenza, lo si cura e basta.
Bellissimo, sacrosanto, ma chi paga?
Solidarietà internazionale certo, ma non solo, ancora una volta noi.
Caro Presidente, qualcuno andrà a verificare  se tutto è regolare nella nostra sanità? Qualcuno troverà risposte concrete per curare tutti senza ancora una volta dissanguare noi?

Si accettano come al solito contributi e risposte.

2 commenti:

Nadia ha detto...

Contributi? Penso che siano queste le cose che tirano fuori il peggio di noi. A me già disturba parecchio trovare le varie scritte in arabo.... Prima che arrivassero quelle per noi poveri italiani trovare il reparto giusto o l'ambulatorio giusto era un terno al lotto: frecce con indicazioni neppure a pensarci!
Però ha ragione mia figlia.... se non si cura, un extacomunitario con TBC, infetta anche altri.... vengono da paesi dove tante malattie non sono ancora state debellate e rischiamo di ammalarci noi....Non mi piace che come al solito sia io e tutti gli altri italiani come me a pagare anche per loro, ma l'alternativa qual'è?

massimo fagnoni ha detto...

la cosa che tu puoi esprimere con più schiettezza di me è un'opinione onesta e sincera, purtroppo io sempre non posso per non essere tacciato di razzismo, ma le cose che ho visto nei nostri ospedali e che devo sopportare sul lavoro e come privato cittadino sono a volte intollerabili, la mancanza di rispetto, la mancanza di senso civico,l'arroganza di chi pensa di avere tutti i diritti solo perché straniero, episodi insopportabili che purtroppo non compensano il comportamento corretto della maggiore parte dei pazienti regolari e integrati, ma come si dice è necessario comportarsi come legge prevede, e come dice tua figlia, certe malattie è meglio curarle