venerdì 30 novembre 2012

la libertà è partecipazione


Sento Bersani durante un'intervista mentre dice : la libertà è partecipazione, è contento, alle primarie quasi 4 milioni di italiani.
Penso alla sua idea di partecipazione ripenso alla canzone di Gaber del 1972.
Gaber poi cambiò idea nel tempo e scrisse altri testi più amari, disillusi, graffianti.
La Libertà rimane un testo buono per gli anni della speranza, quando anche lui sperava in una sinistra al governo forse, o in un'Italia diversa.
Non ce l'abbiamo fatta, diciamolo, siamo ancora al passo, abbiamo avuto Berlusconi al governo dopo i socialisti, dopo la democrazia cristiana, e adesso ci entusiasmiamo per le primarie.
Abbiamo bisogno di credere disperatamente in qualcosa e cerchiamo di credere nella retorica della partecipazione, ma esiste ancora la partecipazione?
I posti più affollati sono gli stadi per le partite e i concerti di Ligabue o simili.
Chi partecipa a cosa?
E mentre si consuma rabbiosamente la settimana del ballottaggio io ripenso a un'altra canzone di Gaber
Destra sinistra e vi lascio con una delle ultime canzoni del grande Gaber.

Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...

2 commenti:

Nadia ha detto...

Non la ricordavo..... bellissima e più che mai attuale.
Libertà è partecipazione...... Vero,ma abbiamo ancora voglia di partecipare?

massimo fagnoni ha detto...

mi piacerebbe partecipassero i giovani, loro dovrebbero essere i più motivati o forse è solo una scusa non so